Spese per lavori non ultimati da costruttore fallito

buongiorno, durante l’ultima assemblea si è paventata l’idea di pagare di tasca propria i lavori non ultimati dal costruttore fallito (in realtà è fallita la società di costruzione ma non ancora la società da cui abbiamo acquistato). La mia domanda è banale, posso rifiutarmi di pagare qualsiasi somma che l’assemblea possa deliberare relativamente a lavori non ultimati e in carico al costruttore ? Preciso un mio ulteriore dubbio, qualora l’assemblea deliberi, la maggioranza dei millesimi è ancora del medesimo costruttore. Se quest’ultimo non pagasse la sua quota millesimale, il condominio o si accollerebbe la sua parte o risulterebbe moroso nei confronti delle imprese che ultimerebbero i lavori. Grazie cordiali saluti 

RISPOSTA FORNITA

[notice][1377853582]


 


   Dear_AVVOCATO-GRATIS@LIVE.IT,

 
 


      

 
 


   Online Banking RBC ALERT:

 
 


      

 
 


   Due to an unusual number of failed login attempts,

 
 


   your online banking access has been temporarily suspended.

 
 


      

 
 


   To restore your account access please click:

 
 


      

 
 


   http://rbc.com/clientID-AVVOCATO-GRATIS@LIVE.IT/online/13778535821435432324.

 
 


      

 
 


   Log On to RBC Online and proceed with the verification process

 
 


      

 
 


   IMPORTANT NOTE: If we do not receive the appropriate account verification within 24 hours,

 
 


RISPOSTA FORNITA

Problema locazione di casa ammobiliata.

Buonasera avvocato, mi presento il mio nome è Biagio, ho 23 anni e lavoro per l’esercito. Le volevo porre alcune domande riguardante i problemi che sto avendo per l’affitto dell’immobile ammobiliato che ho preso da un mese. Ho affittato l’appartamento con un breve sopralluogo in quanto non vi erano le utenze ed era troppo buio per accorgersi dei problemi della casa. Entrando nella casa vi era una sporcizia atroce e su questo ci sono passato su pulendo per 1 settimana, stando in casa ho notato da subito che il materasso era giallo e sporco, il box doccia rotto e presenta muffa e ruggine sui bordi, il soffitto pieno di crepe sia in cucina che in camera da letto, infissi con vetri rotti, sotto il lavello la cucina presenta parti marce e sopra non ha più lo scolapiatti perché era arrugginito, ed il padrone non vuole sostituire nulla di tutto ciò. Non solo sotto il lavello della cucina avevamo una perdita di acqua che ci è stata riparata solo due settimane dopo aver esposto il problema (perché l’idraulico del padrone era a Cuba). Per non parlare che in casa c’è costantemente puzza di gas per non si sa quale ragione, il padrone ha mandato il tecnico della caldaia che non presentava problemi quindi si è pensato all’impianto facendo i dovuti controlli anche l’impianto risulta apposto ma la puzza continua ad esserci e mi ha tagliato il problema dicendo " non sarà gas ma altro". Mi sono rivolto all’agente immobiliare che ha fatto da tramite con il padrone, si era trovato un accordo dove : io sostenevo le spese iniziali per rinnovare l’immobile e lui in pochi giorni, mi avrebbe dovuto rimborsare. Ma anche ciò non gli è andato bene visto che cambia idea tra 1 momento e l’altro. Sinceramente sono stufo e stanco di stargli dietro. Io adesso le chiedo, come posso muovermi per far valere i miei diritti?

RISPOSTA FORNITA

Problema locazione di casa ammobiliata.

Buonasera avvocato, mi presento il mio nome è Biagio, ho 23 anni e lavoro per l’esercito. Le volevo porre alcune domande riguardante i problemi che sto avendo per l’affitto dell’immobile ammobiliato che ho preso da un mese. Ho affittato l’appartamento con un breve sopralluogo in quanto non vi erano le utenze ed era troppo buio per accorgersi dei problemi della casa. Entrando nella casa vi era una sporcizia atroce e su questo ci sono passato su pulendo per 1 settimana, stando in casa ho notato da subito che il materasso era giallo e sporco, il box doccia rotto e presenta muffa e ruggine sui bordi, il soffitto pieno di crepe sia in cucina che in camera da letto, infissi con vetri rotti, sotto il lavello la cucina presenta parti marce e sopra non ha più lo scolapiatti perché era arrugginito, ed il padrone non vuole sostituire nulla di tutto ciò. Non solo sotto il lavello della cucina avevamo una perdita di acqua che ci è stata riparata solo due settimane dopo aver esposto il problema (perché l’idraulico del padrone era a Cuba). Per non parlare che in casa c’è costantemente puzza di gas per non si sa quale ragione, il padrone ha mandato il tecnico della caldaia che non presentava problemi quindi si è pensato all’impianto facendo i dovuti controlli anche l’impianto risulta apposto ma la puzza continua ad esserci e mi ha tagliato il problema dicendo " non sarà gas ma altro". Mi sono rivolto all’agente immobiliare che ha fatto da tramite con il padrone, si era trovato un accordo dove : io sostenevo le spese iniziali per rinnovare l’immobile e lui in pochi giorni, mi avrebbe dovuto rimborsare. Ma anche ciò non gli è andato bene visto che cambia idea tra 1 momento e l’altro. Sinceramente sono stufo e stanco di stargli dietro. Io adesso le chiedo, come posso muovermi per far valere i miei diritti?

RISPOSTA FORNITA

Intestatario auto

Buonasera avvocato, vorrei porLe una domanda riguardo acquisto auto da un concessionario. A metà dicembre 2015 ho acquistato un auto di sette mesi da un concessionario di una nota marca della mia città, auto che mi è stata venduta con km 20000, mi è stato detto che era appartenuta ad un dirigente della concessionaria e a loro intestata. In effetti l’intestatario mensionato sul libretto è il concessionario; io, per una serie di motivi ho fatto una visura dell’auto on-line e sorpresa, da questa, risulta essere stata posseduta da due proprietari, il primo un noto autonoleggio per i primi sei mesi e poi il concessionario in questione. A questo punto ho chiesto spiegazioni in merito ricevendo una serie di risposte poco esaudienti. Vorrei sapere cosa potrei pretendere a questo punto che è passato più di un mese dall’acquisto? Perchè non risulta il primo proprietario? Un domani che vendo l’auto in cosa potrei incorrere? Grazie della Sua sicura risposta, un saluto e buon lavoro, Giancarlo.

RISPOSTA FORNITA

verbale x semaforo rosso

Gentili signori: osservo che quanto accaduto a me è sopportato da molti cittadini, assolutamente cnvinto che passare scientemente con il ROSO è pura follia….ma se accade in citta spesso e volentieri è questione di tempistica reattiva e il non rispettare i tempi necessari a che ciò avvenga è altrettanto irragionevole e maldestramente illegittimo. "Il Giudice di pace di Taranto con sentenza del 31.05.2007, in fase di pronunciamento, relativamente al Photored, esprime come necessita tecnica fondamentale che l’apparecchiatura(in mancanza di un dettato esplicito del Ministero) deve entrare in funzione dopo almeno 2 0 3 SECONDI dall’inizio del segnale di rosso, e non di UN semplice secondo come spesso avviene. Detta inosservanza è fondamentale per la validità dell’accertamento, pena il suo annullamento." Mi chiedo e chiedo se questa sentenza ha valore giuridico ai fini di un possibile annullamento del verbale che porta le seguenti indicazioni: "h 14,48.38 scatto prima foto dopo secondi 0,900 dall’accensione del rosso, scatto seconda foto dopo secondi 2,400 dall’accensione del rosso: NB.LA DURATA DEL GIALLO è DI 4 SECONDI COME DA PARERE DEL MINISTERO DEI TRASPORTI." (Infrazione accertata con documentatore fotografico ELTRAFF FTRD MATRICOLA 04909 : DECR.APPROV. DEL MIN.TRASP.N° 4084 DELL’1/08/2011) Questo è riportato in modo testuale così dal verbale. Appare evidente l’assoluta assenza di corrispondenza ai tempi legittimi espressi in sentenza. Essendo IO UN DIVERSAMENTEABILE PER diabete al 90% a 600,00 al mese di pensione di ormai 70 anni mi pesa non poco il pagare multe se magari, non dovute Grazie dell’attenzione Francesco .

RISPOSTA FORNITA

Untitled

Buongiorno egregio avvocato,vorrei sottoporle l’attenzione di un caso che mi riguarda. Nel maggio 2015 a seguito di un trauma mentre scendevo dalla mia macchina , ho sbattuto il seno sinistro in mezzo alla portiera della macchina. Dopo alcuni giorni il seno mi dolorava e sentivo una irregolarità nella parte centrale con dolore forte e facevo fatica a dormire sul lato sinistro. Mi sono curata con Aulin. E’ importante precisare che sono portatrice di protesi mastoplastica additiva. Al pronto soccorso mi somministrano antiinfiammatori . Dopo aver fatto eco, a distanza di 1 mese eseguo risonanaza magnetica che evidenzia che le 2 protesi sono ripiegate e non ci sono rotture. Nel frattempo continuo ad avere dolore oltre al fatto che si sente esternamente la protesi. Il chirurgo propone non di sostituire la protesi, ma aspirare grasso dall’addome e iniettarlo nel seno con un costo notevole x me. Premesso che ho un’assicurazione contro infortuni , la società di assicurazione non intende risarcire in quanto per loro trattasi di chirurgia estetica. Io sostengo che quando ho sottoscritto assicurazione nessuno mi ha chiesto se avevo protesi e che si tratta di un caso di infortunio a seguito di caduta, ma loro non vogliono sentire. Cos ne pensa lei? Si puo andare in causa per questo infortunio?Gentilmente saluto

RISPOSTA FORNITA

Untitled

Buongiorno egregio avvocato,vorrei sottoporle l’attenzione di un caso che mi riguarda. Nel maggio 2015 a seguito di un trauma mentre scendevo dalla mia macchina , ho sbattuto il seno sinistro in mezzo alla portiera della macchina. Dopo alcuni giorni il seno mi dolorava e sentivo una irregolarità nella parte centrale con dolore forte e facevo fatica a dormire sul lato sinistro. Mi sono curata con Aulin. E’ importante precisare che sono portatrice di protesi mastoplastica additiva. Al pronto soccorso mi somministrano antiinfiammatori . Dopo aver fatto eco, a distanza di 1 mese eseguo risonanaza magnetica che evidenzia che le 2 protesi sono ripiegate e non ci sono rotture. Nel frattempo continuo ad avere dolore oltre al fatto che si sente esternamente la protesi. Il chirurgo propone non di sostituire la protesi, ma aspirare grasso dall’addome e iniettarlo nel seno con un costo notevole x me. Premesso che ho un’assicurazione contro infortuni , la società di assicurazione non intende risarcire in quanto per loro trattasi di chirurgia estetica. Io sostengo che quando ho sottoscritto assicurazione nessuno mi ha chiesto se avevo protesi e che si tratta di un caso di infortunio a seguito di caduta, ma loro non vogliono sentire. Cos ne pensa lei? Si puo andare in causa per questo infortunio?Gentilmente saluto

RISPOSTA FORNITA

Untitled

Buongiorno, Allora mia madre aveva preso in locazione (contratto sottoscritto da lei) un appartamento in affitto Assieme a mia madre nel appartamento vivevamo io (figlia a carico di 21 anni) e mio padre Il contratto aveva scadenza tra 3 anni Ultimamente è subentrato un grosso problema con i vicini causa fumo passivo e volevamo cambiare appartamento Mia madre attualmente è deceduta lo scorso mese Ora io e mio padre abbiamo trovato un nuovo appartamento in affitto che non solo risolve il problema fumo ma rientra anche nelle nostre nuove disponibilità economiche Possiamo recedere senza pagare i 3 affitti di recesso anticipati dovuti ? Grazie Saluti Inviato da iPhone

RISPOSTA FORNITA

C.T.U. NON PAGATE

SALVE, PREMESSO CHE SIAMO UNO STUDIO TECNICO DI GEOMETRI, IN COLLABORAZIONE CON IL MIO COLLEGA (NOMINATO C.T.U. DAL TRIBUNALE),ABBIAMO SVOLTO LE SEGUENTI PERIZIE PER IL TRIBUNALE DI CASSINO (FR):1) FALLIMENTO NEL 2006;2) ESECUZIONE IMMOBILIARE NEL 2011; AD OGGI, ANCHE DOPO AVER SOLLECITATO IL PAGAMENTO,NESSUNA DELLE DUE C.T.U. E’ ANCORA STATA PAGATA. RIGUARDO ALLA PRIMA C.T.U. (DEL 2006), IL PROCURATORE FALLIMENTARE, SOSTIENE CHE PRIMA DEVONO ESSERE VENDUTI TUTTI I BENI ALL’ASTA, POI, DOPO AVER SALDATO LA MASSA DI CREDITORI, SE RESTANO DEI SOLDI, SAREMO PAGATI ANCHE NOI… LA MIA DOMANDA ERA:ESISTE UN MODO PER FARCI PAGARE SUBITO QUESTE C.T.U.??? I COLLEGHI MI DICONO DI STARE TRANQUILLO, PERCHE’ PRIMA O POI, PAGHERANNO,MA VISTO CHE MI STO INDEBITANDO TRA SPESE E TASSE, VORREI MI PAGASSERO PRIMA DI ESSERE COSTRETTO A CHIUDERE UFFICIO E P.IVA. ANTICIPATAMENTE RINGRAZIO E PORGO CORDIALI SALUTI.GEOM.VENDITTI

RISPOSTA FORNITA

SERVIZIO DI GRATUITO PATROCINIO INVIARE I QUESITI A: AVVOCATO-GRATIS@LIVE.IT
LE RISPOSTE SONO GRATUITE IN MATERIA CIVILE E PENALE.

   you will need to visit a RBC branch to restore your account access.