quesito

Gentile avvocato, le vorrei cortesemente sottoporre un quesito: 20 anni fa ho acquistato 3/4 di un lotto di terreno, alla morte del proprietario e a seguito della vendita a terzi delle proprietà di quest’ultimo, mi sono accorto che non è mai stato fatto il frazionamento del lotto da me acquistato, nell’atto notarile è allegata una mappa con solo i 3/4 del terreno ma di fatto riportato il numero del mappale intero. verificato il mappale al catasto come numero risulta mio ma ovviamente è segnato per intero.ora mi chiedo il terreno legalmente è mio tutto 4/4 come da catasto e numero mappale segnato in atto notarile o prevale la mappa allegata nell’atto notarile che segna effettivamente solo i 3/4 mille grazie e saluti Mattia da Bergamo

RISPOSTA FORNITA

Lavoro e decreto penale

Gentilmente,chiedo se posso continuare a svolgere il lavoro di supplente avendo un procedimento penale in corso per aver omesso di scrivere che ho riportato una condanna penale anni fa in ambito finanziario,avevo avuto un fallimento aziendale.Purtroppo in un autocertificazione non l ho riportato e ora mi trovo un procedimento penale in corso e ho paura di perdere il posto di lavoro.grazie per l attenzione

RISPOSTA FORNITA

consulenza per revoca responsabile tecnico

Vorrei gentilmente un parere per le azioni legali da intraprendere per il danno sia economico che legale causatomi da quanto riportato satto. Sono in possesso di tutta la documentazione a riguardo. Vorrei chiedere risarcimento economico e revoca immediata dalla nomina. Inviato da Posta<https://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=550986> per Windows 10 Vi chiedo , cortesemente ,di revocarmi come responsabile tecnico entro e non oltre dieci giorni dalla presente comunicazione. Per la comunicazione della revoca , fate riferimento allemail inoltrata, comunicata dal Sig. Oliviero Tommaso , responsabile della sezione impiantistica, della camera di commercio di Napoli. In caso di mancata comunicazione provvederò, tramite mio legale, allespletamento della pratica Distinti Saluti Longobardi Catello Inviato da Posta<https://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=550986> per Windows 10 Da: Oliviero Tommaso<mailto:tommaso.oliviero@na.camcom.it> Inviato: martedì 6 settembre 2016 12:56 A: catello longobardi<mailto:longobardi.catello@live.it> Oggetto: Re: revoca nomina responsabile tecnico Spett. Sig. Longobardi in balle a quello che lei ha comunicato e dalle verifiche effettuate lei risulta ancora resp. tecnico per le lettere A-e B. del d.m. 37/2008. in quanto la societa’ le ha comunicato la sua revoca ma non ha provveduto ad inviare alcuna pratica telematica per la sua sostituzione. Si fa presente che la Camera di Commercio non può cancellare il suo nominativo dalla visura camerale, ma va presentata da parte della società una pratica telematica allegando la lettera di revoca firmata per accettazione da parte sua e nominare un altro resp. tecnico in sua sostituzione. Si fa presente che anche se oggi la societa’ comunicasse la revoca da preposto alla gestione tecnica avvenuta in data 20/10/2015 la societa’ dovrebbe cessare l’attivita’ dal 2015 e iniziarla dal momento che effettua l’invio della pratica telematica. Le consiglio di sollecitare alla societa’ di effettuare la variazione anche perche’ lei ricopre anche la carica di consigliere di amm/ne. Saluti T.Oliviero —– Messaggio originale —– Da: "catello longobardi" <longobardi.catello@live.it> A: "tommaso oliviero" <tommaso.oliviero@na.camcom.it> Inviato: Martedì, 6 settembre 2016 12:07:54 Oggetto: revoca nomina responsabile tecnico Salve, nel mese di ottobre del 2015 mi veniva consegnata dallazienda presso cui lavoravo e ricoprivo il ruolo di responsabile tecnico per le lettere A e B del D.M. 37/08 ( ho prestato servizio presso la CRT fino a Settembre 2015) la lettera di cui allego copia in cui venivo revocato da responsabile tecnico. Oggi mi accorgo, mio malgrado, da una visura camerale fatta ,ed allego copia, che risulto ancora responsabile tecnico di questa azienda. Visto che ho necessità di rivestire questo ruolo presso altra azienda mi dice cortesemente come potrei formi togliere dalla loro camera di commercio. Certo di un vostro sollecito riscontro colgo loccasione per porgere Distinti saluti Longobardi Catello Inviato da Posta<https://go.microsoft.com/fwlink/?LinkId=550986> per Windows 10

RISPOSTA FORNITA

Mantenimento figlia minorenne

Buongiorno, vorrei chiederVi se al tribunale è concesso sottrarre un quinto dello stipendio per il mantenimento dei figli senza nessun avviso, mi spiego meglio, il mio compagno dalla precedente relazione (conclusa circa 12anni fa) ha avuto una figlia (ora 16enne),poco dopo l’abbandono del tetto coniugale il giudice aveva stabilito che lea mensilità potevano accordarla in modo bonario i genitori (non erano né sposati né risultavano conviventi) quindi doveva versare un tot solo per la bimba, il mio partner non sempre era in regola a lavoro quindi variava la somma, ma per la madre andava bene ugualmente. Nel 2006 la signora ha avuto un’altra figlia ma da un altro uomo, essendo che anche con quest’ultimo ha chiuso i rapporti pochi mesi prima del parto, ha chiesto al suo ex di riconoscere la piccola come sua, per evitare che il vero padre potesse richiedere l’affidamento della figlia, dicendo che un domani non avrebbe fatto pressioni al mio compagno per un mantenimento economico. Logicamente il mio partner quando aveva la possibilità faceva in modo di dare qualcosa anche per la "figliastra". Ora che lui lavora in regola ha chiesto alla madre di mettere la firma per percepire gli assegni famigliari, lei si è rifiutata dicendo che si era rivolta in tribunale per stabilire un tot di pagamenti da parte di lui… Quindi Vi chiedo, il tribunale può imporre senza avvisi unapercentuale dello stipendio? E il mio compagno a questo punto può dichiarare che la piccola non è figlia sua e chiedere un test di paternità per confermare il tutto e quindi dare solo un assegno alla figlia legittima? RingraziandoVi porgo cordiali saluti

RISPOSTA FORNITA

Acquisto casa con i suoceri

Buongiorno, sono Di Gregorio Franco e vivo a Montesilvano. Di recente assieme ai mie suoceri abbiamo avuto l’idea di vendere le nostre case per acquistarne una più grande che accolga entrambe le famiglie. La casa che verrà acquistata sarà poi intestata interamente a me e a mia moglie. Il problema nasce dal fatto che mia moglie ha un fratello al quale sarà necessario riconoscergli parte della vendita dell’immobile dei genitori. Dato che io e mia moglie ci vincoleremo ad acquistare una casa più grande dove verranno a vivere appunto i miei suoceri, la parte da riconoscere al fratello di mia moglie è il 50% oppure è una quota minore? Se può essere utile siamo tutti in ottimi rapporti ma volevamo avere un consulto per fare una cosa equa.  Grazie in anticipo per la risposta. 

RISPOSTA FORNITA

richiesta parere

buongiorno, vorrei sottoporvi un quesito, cui il mio avvocato e il mio commercialista rispondono in modo contraddittorio, ovvero l’uno l’opposto dell’altro. Io e il mio ex marito (siamo divorziati legalmente), abbiamo l’usufrutto al 50% di un appartamento intestato in nuda proprietà alla mia figlia maggiore, fino al 2014 compreso, ho vissuto nell’appartamento con le mie due figlie, dopo che il tribunale con sentenza di separazione mi aveva assegnato la casa. Ad Agosto 2015 mi sono trasferita in un’altra città con tutta la famiglia e ad Agosto di quest’anno (2016) abbiamo messo la casa in affitto presso un’agenzia. La casa , legalmente è ancora assegnata a me ma io ho cambiato residenza e regione. Ho pagato sempre tutto io, le spese della casa, condominio (2400 annui), Imu (circa 2000 annui) ecc… Per quanto riguarda il 2016 io pensavo che le spese, essendo l’appartamento in affitto, ancora sfitto ma potenzialmente in locazione, dovrebbero essere equamente suddivise. Sbaglio? Tanto più che a parte il mantenimento bambine (minimo), il mio ex marito non paga nulla, né le scuole (private che pago io) né altro relativamente alla vita delle figlie nella nuova città. Lui era d’accordo con il mostro trasferimento, non ha mai opposto alcuna resistenza. Solo che non vuole prendersi la responsabilità di una casa che è sua al 50% , di cui paga anche il mutuo. Vi prego di farmi capire se sbaglio o meno, grazie mille Francesca

RISPOSTA FORNITA

vendita moto senza revisione

buongiorno Avvocato, mi e’ stata venduta una moto usata con revisione scaduta , io me ne sono accorto dopo due mesi e ho circolato senza sapere i rischi derivanti , contattato la concessionaria che si e’ giustificata dicendomi che puo succedere e sono dispiaciuti . Ma puo una concessionaria vendere una moto senza la revisione ? Grazie Con Smart 3 Giga a 9 euro/4 sett navighi veloce, chiami e invii SMS dal tuo smartphone verso tutti i fissi e mobili in Italia. Passa a Tiscali Mobile! http://casa.tiscali.it/mobile/

RISPOSTA FORNITA

Untitled

Salve due anni fa ho acquistato un abitazione che comprendeva due particelle,una con casa e 500m di terreno e subito confinante un altra particella di terreno di 250m..il tutto con unica recinzione murale e un ingresso,con rispettivo compromesso con notaio.poi al momento dell atto notarile con banca nn ho potuto comprare quel pezzo di terreno confinante di 250 m perche risultava ipoteca sopra.gia avevo ristrutturato casa e ho preso solo abitazione con i suoi 500m.e con i vecchi proprietari rimasi che quando sbloccavano lipoteca prendevo anche quei 250m di terreno.ora vogliono chiudere con rete i 250 m e fare un entrata aprendo un muro confinante di mia proprieta.che diritti ho?possono farlo?potete aiutarmi? Sent from my ASUS

RISPOSTA FORNITA

Acquisto ciclomotore di seconda mano

Buongiorno qualche giorno fa ho comprato una moto da un rivenditore di seconda mano per mio figlio me l’hanno recapitata a casa con un loro furgone l’ho provata due ore dopo hai già dato problemi di accensione tanto da spingerla per farla partire e perdita d’olio ho avvisato il concessionario sono venuti a ritirarla me l’hanno trattenuta 10 giorni dicendo che l’aveva portata dal l’oro meccanico sono andato a ritirarla l’ho provata 10 minuti per il paese e ancora lo stesso guasto e il venditore insiste a dire che la moto non ha niente. Adesso l ho rilasciata per vedere se mi risolve il problema. Se non mi dovessi risolvere il problema è continuare a dire che la moto non ha niente come posso comportarmi grazie. Roberto

RISPOSTA FORNITA

DOMANDA AVVOCATO

Salve, vorrei un informazione. Supponiamo che una persona faccia delle truffe on line di vario genere. I truffati formano un gruppo su Facebook contro il truffatore ,citando nome e cognome del truffatore e dati sensibili (codice fiscale,lavoro,residenza ecc). Normalmente il truffatore dovrebbe essere giudicato nelle sedi adatte . Creare un gruppo on line,che puo essere visto da tutti è legalmente fattibile o puo essere punito dalla legge? Insomma,il truffatore ,anche se è colpevole puo chiedere/pretendere la chiusura del gruppo? Il fatto di citare esplicitamente nel gruppo nome e cognome del truffatore puo essere considerato diffamazione ? La ringrazio per la sua disponibilita Cordialmente Giacomo. p.s.:le sarei molto grato se potrebbe rispondermi in privato senza pubblicare la mia domanda.

RISPOSTA FORNITA

SERVIZIO DI GRATUITO PATROCINIO INVIARE I QUESITI A: AVVOCATO-GRATIS@LIVE.IT
LE RISPOSTE SONO GRATUITE IN MATERIA CIVILE E PENALE.